ORIENTAMENTO 2° ANNO

Crediti: 
2
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Gli obiettivi sono relativi al 1° e al 2° descrittore di Dublino, per i quali gli studenti, sotto la guida del veterinario, aumentano la capacità di conoscere, comprendere e applicare le conoscenze relative all’allevamento della bovina da latte (formazione dei gruppi, mungitura, assistenza ai parti, allevamento nelle diverse fasi della vita, valutazione delle produzioni, scelta dei riproduttori) e dei suini all'ingrasso.

Prerequisiti

Attestato di partecipazione al Corso sulla Sicurezza nei luoghi di lavoro fornito dall'Ateneo di Parma on line.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso è rappresentato: 1) da 1 CFU (25 ore) chiamato Orientamento AGR/19, che consiste in un periodo che gli studenti trascorrono all’interno di uno fra tre allevamenti di bovine da latte, posti a circa 10-30 km dalla sede del Dipartimento, seguendo l’attività del medico-veterinario aziendale, nell’ambito della gestione zootecnica dell'allevamento stesso. In assenza di un programma definibile a priori, sono state tuttavia individuate dal Tutor accademico, e concordate con il Tutor aziendale, alcune attività di base, relative all'alimentazione e alla gestione degli animali, che verranno sempre individuate come requisiti minimi del corso. 2) da 1 CFU (25 ore) relativo alle malattie parassitarie.

Bibliografia

Nessuno

Metodi didattici

Il raggiungimento degli obiettivi sarà garantito dalla attività pratica in allevamento sotto la guida del veterinario. La discussione con un professionista dei casi che si presentano fornirà allo studente i mezzi per formare una propria autonomia di giudizio (3° descrittore di Dublino) e per comunicare meglio con i diversi attori della filiera (4° descrittore di Dublino). Lezioni laboratoriali e seminari.

Modalità verifica apprendimento

Alla fine del corso, l'accreditamento viene subordinato alla presentazione della attestazione delle presenze in azienda (firmata dal Tutor aziendale e dal Tutor Accademico) e di una breve relazione, scritta dallo studente, che deve contenere la descrizione delle attività svolte in azienda. Solo dopo la consegna di questa documentazione, verranno assegnati i CFU.