MALATTIE INFETTIVE II E PATOLOGIA AVIARE

Crediti: 
8
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2019/2020
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

L'insegnamento è suddiviso nei seguenti moduli didattici: 

Obiettivi formativi

In accordo con i descrittori di Dublino, al termine del corso di Malattie Infettive II lo studente dovrà possedere:
D1- Conoscenza e capacita di comprensione. In particolare dovrà conoscere eziologia, patogenesi, sintomatologia, diagnosi e misure di profilassi delle principali malattie infettive di origine virale, con particolare riferimento a quelle a carattere zoonosico.
D2- Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Lo studente dovrà formulare un sospetto diagnostico e operare o indirizzare il laboratorio verso un percorso diagnostico atto a perseguire una diagnosi di certezza. Fondamentale è conoscere, divulgare aspetti normativi, qualora previsti.
D3- Autonomia di giudizio. Lo studente deve essere in grado di raccogliere il complesso di dati che connotano la malattia e produrre un'analisi critica personale al fine di produrre una diagnosi e applicare i correttivi che ostacolino la diffusione dell' infezione. In tal senso deve essere in grado di allestire un programma di vaccinazione appropriato per la situazione che è chiamato a gestire.
D4- Abilità comunicative. Lo studente deve possedere competenze tecniche ma è fondamentale la sua capacità di comunicare con chiarezza le informazioni di ordine diagnostico e di profilassi al fine di acquisire credibilità presso colleghi e clienti.
D5- Capacità di apprendimento. Lo studente deve aver acquisito una mentalità che gli consenta di andar oltre le nozioni apprese durante il corso di studi. Deve pertanto essere autonomamente interessato a partecipare ad eventi congressuali di settore, acquisire testi aggiornati e consultare riviste.

Il corso di Patologia aviare ha l'obiettivo di consentire allo studente di conoscere e di comprendere gli elementi essenziali delle produzioni avicole; gli aspetti eziologici, clinici, epidemiologici, diagnostici e profilattici delle malattie degli avicoli.
D1 - CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
Lo studente dovrà dimostrare di essere in grado di conoscere l'eziologia, l'epidemiologia, la patogenesi, la diagnosi e la profilassi delle malattie infettive, parassitarie e da miceti delle specie aviarie; dovrà essere in grado di predisporre un protocollo vaccinale da applicare nelle diverse realtà di allevamento avicolo; dovrà ricordare i principali provvedimenti di Polizia Veterinaria relativi alle diverse malattie infettive delle specie aviarie.
D2 - CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell’attività formativa, lo studente dovrà dimostrare di essere in grado di applicare i protocolli di diagnosi differenziale alle malattie infettive, parassitarie e da miceti degli avicoli ed essere in grado di discutere la gestione dei focolai di malattia infettiva indicando le norme legislative di riferimento.
D3 - AUTONOMIA DI GIUDIZIO
Lo studente dovrà essere in grado di interpretare autonomamente quadri clinici e lesioni riportabili a patologie a carico delle specie avicole, inquadrandoli nel contesto normativo ove previsto. Dovrà inoltre essere in grado di valutare le opportune misure di biosicurezza e di profilassi sanitaria e vaccinale.
D4 - ABILITÀ COMUNICATIVE
Al termine dell’attività formativa, lo studente dovrà dimostrare di essere in grado di esprimersi con proprietà di lessico nella trattazione di concetti riguardanti le patologie degli avicoli, inclusi gli aspetti normativi.
D5 - CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
Lo studente dovrà essere in grado di aggiornarsi autonomamente e comprendere gli aspetti eziologici, epidemiologici, diagnostici, terapeutici e profilattici delle patologie degli avicoli e la relativa normativa italiana e comunitaria.

Prerequisiti

Microbiologia epidemiologia e Malattie Infettive I

Contenuti dell'insegnamento

Introduzione allo studio delle malattie da virus degli animali domestici
Verranno esposte in breve sintesi le nozioni fondamentali inerenti alla natura e classificazione dei virus, alla loro attitudine patogena ed alle principali metodiche d'indagine applicate in virologia.
Sempre nella parte introduttiva del corso, verrà inserita la trattazione particolareggiata delle metodiche diagnostiche sia per quanto riguarda le operazioni da effettuare in campo che l'applicazione dei principali metodi di laboratorio.
Successivamente verranno trattate le principali malattie virali di interesse medico-veterinario.
Il corso di patologia aviare ha l'obiettivo di consentire allo studente di conoscere e di comprendere elementi essenziali delle produzioni avicole e malattie dei volatili; di metodologia diagnostica, malattie da carenza, malattie virali, malattie batteriche, malattie parassitarie, micosi e micotossicosi, malattie ad eziologia sconosciuta o da cause diverse; anche allo scopo di consentire allo studente la capacità di utilizzare la conoscenza e la comprensione acquisita nell'individuare le più frequenti patologie dei volatili

Bibliografia

BENAZZI P.: Il regolamento di polizia veterinaria. Ed. Esculapio, Bologna.
CASTRUCCI C.: Monografie sulle malattie da virus, Ed. Esculapio, Bologna.
SCATOZZA F.: Compendio delle malattie dei mammiferi domestici, Fondazione Iniziative Zooprofilattiche e Zootecniche, Brescia.
SCATOZZA F., FARINA R.: Trattato di malattie infettive degli animali. UTET, Torino, 1999.
TIMONEY J.F. e coll.: Microbiologia e malattie infettive degli animali domestici - 3^ ed. italiana 1995.
CALNEK B.W.
Diseases of poultry, IX edition, Wolfe Publishing Ltd, Iowa, 1991
Asdrubali G., Fioretti A.
Manuale di Patologia Aviare
Point Veterinaire Italie, Milano, 1° ed. 2009

Metodi didattici

Lezioni frontali e esercitazioni in laboratorio e in sala necroscopica.

Modalità verifica apprendimento

L'accertamento del raggiungimento degli obiettivi del corso prevede un esame orale. Le domande riguardano specifiche malattie e verifica di un corretto approccio a situazioni di campo.